Guarda gli inserti del progetto

Progetto “Legalmente Giovani”

Si avvia a Dicembre 2014, fino a Giugno 2016, il progetto “Legalmente Giovani”, approvato e finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri- Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale. Associati esterni per la realizzazione del progetto sono stati l’Associazione Tendiamo le Mani, il CIF (Centro Italiano Femminile) sezione di Corigliano Calabro ed il Comune di Corigliano Calabro. L’obiettivo generale che il progetto si è posto è quello della diffusione della legalità tra i giovani di età 14-19 anni al fine di contrastare i diffondersi della cultura mafiosa nei giovani e nella popolazione generale del territorio. Nello specifico si è cercato di rafforzare la cultura della prevenzione verso le dipendenze, ridurre i fenomeni di microcriminalità minorile, usura e racket, favorire la cultura dell’inclusione sociale e della non discriminazione.

Le attività svolte si sono distinte in due macrofasi: una prima fase generale di sensibilizzazione ed informazione rispetto ad i fenomeni ed alle leggi in materia di dipendenze, usura, racket, microcriminalità ed immigrazione, attraverso la pubblicazione di materiale divulgativo ed informativo, la predisposizione di spazi pubblicitari aggiornati periodicamente con slogan di sensibilizzazione, la costituzione di un forum di discussione online, la proiezione di film sulla dipendenza da droga ed alcool, gioco d’azzardo, criminalità giovanile e l’immigrazione, la pubblicazione sul periodico “Mondiversi” di un inserto utilizzato come mezzo di informazione e divulgazione delle azioni previste dal progetto.

La seconda fase specifica, ha previsto il coinvolgimento diretto dei giovani che hanno preso parte alle attività progettuali attraverso la partecipazione ai laboratori della legalità: il laboratorio musicale, il laboratorio artistico – multimediale, i gruppi di sensibilizzazione, l’internet point. I giovani hanno potuto portare in scena i prodotti dei laboratori durante le due Giornate della Legalità svoltesi presso il Cinema Teatro Metropol una a sei mesi dall’avvio delle attività progettuali, e la seconda a conclusione del progetto. Durante la prima manifestazione è intervenuto Don Giacomo Panizza, che ha portato la sua esperienza di lotta quotidiana contro la mafia nella provincia di Lamezia Terme, dove dirige la comunità “Progetto Sud”, con sede in uno stabile confiscato alla criminalità organizzata.

Alla seconda Giornata della Legalità ha preso parte la compagnia teatrale Ansiteatro di Aversa, che ha portato in scena il musical “Don Peppe Diana, per non dimenticare” scritto da Giuseppe Capoluongo per la regia di Franco Apicella, che racconta la storia di un prete ammazzato perché non si era arreso   e voleva educare i giovani alla legalità.

Guarda il video della presentazione del progetto “Legalmente Giovani”

Guarda il video della seconda edizione

 

Share This: