REPORT PROGETTO WORK EXPERIENCE A FAVORE DI DISABILI VISIVI E UDITIVI

Giorno 28/09/2011 alle ore 12:00 l’Associazione Mondiversi onlus ha organizzato, presso il Centro di Eccellenza di Corigliano Calabro, una conferenza stampa per la presentazione del progetto Work-experiences a favore di disabili uditivi e visivi.

Alla conferenza stampa erano presenti la Dott.ssa Dora Pettinato (in rappresentanza del Comune di Corigliano Cal.), l’Avv. Antonella Gentile (Dirigente dell’Amministrazione Provinciale di Cosenza), il Dott. Antonio Gioiello e la Dott.ssa Anna Sapia (Associazione Mondiversi), il sig. Cataldo Palmieri (Responsabile Circolo Ricreativo Culturale Sordi di Rossano); sono stati invitati Sindacati e rappresentanze di categorie ed è stata aperta al pubblico.

Il progetto Work-esperiences finanziato con il Fondo Sociale Europeo era finalizzato all’inserimento lavorativo di soggetti con disabilità uditiva e visiva, attraverso la realizzazione di azioni che hanno mirato a rafforzare la cultura delle pari opportunità nonché a prevenire e combattere ogni forma di discriminazione nei posti di lavoro.

La possibilità di interagire in un contesto lavorativo, per persone che presentano questa tipologia di problematica consente, difatti, di prevenire gli stati di inattività e di emarginazione, migliorare le capacità sociali e favorire opportunità di inserimento sia nel mondo del lavoro che nella vita sociale.

Il progetto di Work-esperience “Comunicare Insieme” promosso dall’Associazione Mondiversi Onlus che ha avuto una durata complessiva di 12 mesi si è articolato in un percorso teorico di 4 mesi e successivamente in un tirocinio pratico di 8 mesi presso imprese e ditte del territorio di Corigliano e Rossano.

Il percorso teorico-pratico ha fornito ai soggetti con disabilità uditiva la qualifica professionale di addetto alle funzioni aziendali e di segreteria.

I destinatari (tirocinanti) coinvolti nel presente progetto sono stati selezionati tramite un avviso di selezione pubblicato il 12/07/2011, con scadenza al 13 agosto 2011. L’avviso è stato reso pubblico sul sito dell’Associazione Mondiversi, tramite l’affissione di manifesti presso il Centro di Eccellenza ed altri Enti presenti sul territorio.

I soggetti selezionati sono stati in totale 11, di cui 7 maschi e 4 femmine che avevano un’età compresa tra i 18 ed i 55 anni, con livello d’istruzione che varia dalla licenza media inferiore al diploma.

Degli 11 tirocinanti interessati, 3 erano residenti nel comune di Corigliano Calabro, 5 nel Comune di Rossano, 1 nel Comune di Cariati, 1 nel Comune di Acri, 1 nel Comune di Terranova da Sibari.

Nelle seguenti tabelle vengono riportate: la fascia d’età dei tirocinanti, il livello d’istruzione, il luogo di residenza.

Età dei tirocinanti:

report W-E

Le attività di formazione del progetto erano state avviate il 12 settembre presso la sede del Centro di Eccellenza a Corigliano Calabro con un impegno giornaliero di 5 ore dal lunedì al venerdì per un totale complessivo di 400 ore. Le lezioni venivano svolte sia di mattina che di pomeriggio.

Successivamente al periodo di formazione era previsto un tirocinio pratico della durata di 8 mesi presso le aziende collocate sul territorio di Corigliano e Rossano con un impegno giornaliero di 5 ore dal lunedì al venerdì per complessive 800 ore che ha permesso ai tirocinanti di applicare i concetti teorici appresi durante la fase di formazione nella pratica ed acquisire, di conseguenza, competenza nel settore dove sono andati ad operare. I tirocinanti nello svolgimento del tirocinio lavorativo sono stati seguiti da un tutor aziendale, individuato dall’azienda ospitante, che si è adoperato affinché l’esperienza lavorativa si potesse trasformare in esperienza formativa

Nel corso del tirocinio lavorativo il tirocinante ha fatto riferimento al tutor d’azienda per qualsiasi evenienza ed esigenza organizzativa ed al tutor d’accompagnamento individuato dall’Associazione Mondiversi, che ha avuto il compito di seguire i soggetti beneficiari attraverso l’osservazione e il sostegno; ha curato i rapporti con l’azienda, con la famiglia e con i servizi di competenza.

L’esperienza del tirocinio aziendale, ha avuto come obiettivo la possibilità di permettere al tirocinante di prendere dimestichezza con l’ambiente lavorativo dove è stato inserito, favorire l’apprendimento dei compiti legati alle mansioni assegnate, il rispetto del posto e degli orari di lavoro, il rispetto delle persone con le quali il minore si troverà ad interagire.

Sulla base di queste considerazioni il progetto ha inteso attivare un percorso “formativo allargato”, non finalizzato alla sola costruzione di specifiche prestazioni professionali, ma in senso generale, a ricreare una cultura del lavoro e, in qualche modo, una cultura del sociale. Il progetto era volto, d’altronde, a superare l’assistenzialismo, valorizzando il saper fare e il saper essere dei soggetti.

Share This: